AutoCAD, cos’è e a cosa serve

single-image

Il disegno tecnico e la progettazione sono alla base di alcune professioni, come ad esempio l’architetto o l’ingegnere. Nell’era del digitale, la manualità di questo tipo di operazioni ha ceduto il passo ai programmi specializzati, in grado di realizzare prospetti estremamente precisi e dettagliati.

AutoCAD è un software di supporto per il disegno tecnico sviluppato da Autodesk. In commercio fin dal 1982, viene utilizzato in qualsiasi ambito sia necessario realizzare disegni e progetti in maniera accurata, siano essi bidimensionali o tridimensionali. Per questo motivo trova applicazione soprattutto in settori quali quello ingegneristico, meccanico, architettonico ed elettrotecnico. Vediamo di seguito tutto quanto c’è da sapere in merito a questo programma specializzato.

Come funziona AutoCAD 

Il programma permette di disegnare e progettare solidi e superfici. I primi sono delle forme tridimensionali mentre le seconde possono essere anche bidimensionali, siano esse aperte o chiuse. A seconda della destinazione d’uso, il software offre all’utente un set completo di strumenti ad hoc: Architecture, Electrical, Map 3D, Plant 3D, Mechanical, Raster Design.

Il software produce un documento di tipo vettoriale il cui formato è il DWG (“drawing“, ossia disegno) che può essere convertito in altri formati quali DXF, WMF, DWF e PLT. I disegni digitali realizzati con AutoCAD possono essere planimetrie, volumetrie, progetti edili di ingegneria e architettura oltre a disegni per le stampanti 3D.

Come si usa

Il software è disponibile solo a pagamento (ad un prezzo superiore ai duemila euro l’anno) ma il sito ufficiale dello sviluppatore consente di scaricare anche una versione di prova. Del programma esiste anche una versione ‘portatile’, disponibile sotto forma di applicazione, anch’essa a pagamento. Il costo elevato è giustificato oltre che da un alto grado di specializzazione anche dal fatto che AutoCAD presenta una vasta gamma di funzionalità, accessibili per mezzo dei comandi – sotto forma di icona – raccolti nella barra superiore. I comandi principali sono:

Linea: con un clic del mouse è possibile tracciare una linea, fissando il punto di origine e ‘trascinando’ il cursore nella direzione che si desidera; poiché è molto difficile realizzare una linea perfettamente dritta a mano libera, il programma mette a disposizione un’opzione specifica per tracciare linee prive di imperfezioni;

Arco: permette di tracciare un arco individuando tre punti sul piano di lavoro;

Polilinea: consente di disegnare una figura con più linee senza dover tracciare ogni segmento singolarmente;

Cerchio ed Ellisse: com’è facile intuire, consentono di tracciare sul piano una forma circolare o ellittica.

Alcuni comandi consentono di ruotare o spostare a piacimento le forme disegnate; altri sono destinati ad operazioni più specifiche, come ad esempio tracciare contorni (sia interni che esterni) oppure ribaltare una figura in maniera speculare rispetto ad una linea che funge da asse. Naturalmente, la barra dei comandi che viene visualizzata in alto nella schermata del programma prevede diverse sezioni, ciascuna contenente funzionalità specifiche per la progettazione tridimensionale, dei solidi, delle superfici o dei render.

Come imparare ad usare il software

AutoCAD è uno strumento molto importante per i progettisti ma è, al contempo, un software molto complesso ed articolato il cui utilizzo richiede una specifica competenza. A seconda dell’ambito di utilizzo, chi è interessato ad una specializzazione post laurea che possa integrare le proprie referenze accademiche può frequentare un corso AutoCAD 3D (se i settori di interesse sono architettura ed ingegneria) organizzati anche da portali specializzati quali Puntonetformazione. Lo scopo del corso è quello di ottenere un’abilitazione professionale riconosciuta da Autodesk, lo sviluppatore del software, al fine di conseguire la qualifica di progettista/disegnatore AutoCAD.

Una certificazione riconosciuta ufficialmente costituisce una referenza di primaria importanza per poter ambire ad un rapido inserimento nei settori dove sono richieste capacità di disegno e progettazione digitale.

You may like