Volontariato ambientale, il lavoro non retribuito che nobilita e ripaga in orgoglio

single-image

La terra ha bisogno di noi.

È un dato di fatto che l’ambiente non goda di molto rispetto da parte dell’Uomo: deforestazione di tipo intensivo, inquinamento di ogni tipo con abuso di materiali non riciclabili e caccia di frodo, stanno mettendo in ginocchio il nostro pianeta.

Non è più possibile ignorare questo stato di emergenza ma fortunatamente tanti volontari ambientali si impegnano per la tutela della natura, rendendo la speranza il vero motore del cambiamento.

Un’esperienza di volontariato può cambiare la tua vita e quella della terra.  Per aiutare il prossimo e la natura, inoltre, non è necessario recarsi dall’altra parte del mondo. Anche in Italia c’è un largo bisogno di volontari che con amore e passione difendano il nostro territorio da un’altrimenti inesorabile rovina. Visita questa pagina https://www.keeptheplanet.org/volontariato/ e diventa anche tu attivista.

Il volontariato ambientale. Cos’è?

Il volontariato ambientale è un’ esperienza di vita che persone di ogni età intraprendono per proteggere la nostra Terra, attraverso eventi concreti in difesa del nostro patrimonio naturale.

In Italia il volontariato ambientale ha preso piede negli anni Sessanta, tramite storiche associazioni ambientalistiche che sono diventate il portavoce di questa voglia di cambiamento.

Tra i progetti portati avanti dal volontariato ambientale ci sono:

  • Educazione ambientale
  • Ripristino ambientale
  • Campi di lavoro
  • Sensibilizzazione
  • ecc…

Il volontario si impegna attivamente a mettere a disposizione il proprio tempo e competenze per la causa e spesso collabora attivamente alle spese del proprio soggiorno durante il suo periodo di volontariato visto che tutti soldi delle associazioni vengono spese per l’ambiente.

Tra le organizzazioni che necessitano volontari ambientali sia in Italia sia all’estero, ci sono Legambiente, LIPU e WWF e alcune zone, come l’isola di Lampedusa, necessitano dell’aiuto dei volontari 12 mesi l’anno per molte attività tra cui la salvaguardia delle tartarughe marine.

Quanti tipi di volontariato esistono?

Esistono diverse tipologie di volontariato:

  • Breve durata, per esempio per la pulizia di una spiaggia.
  • Campo di volontariato che può durare una settimana  o addirittura mesi.

I Parchi Nazionali organizzano spesso giornate che prevedono il coinvolgimento di cittadini volontari per alcune attività come la bonifica di spazi  verdi e il ripristino di sentieri.

Perché partecipare?

Il volontario ambientale può coniugare il suo impegno civile con l’amore per la natura e il viaggio, partecipando a iniziative che gli permettono di impreziosire il proprio bagaglio culturale facendo qualcosa di importante per il nostro pianeta.

Volontariato in Italia

Il Sud e le Isole

Sono molte le opportunità di volontariato a Sud e nelle Isole, tra i vari progetti di interesse ricordiamo quello della Riserva Naturale Orientata di Torre Salsa, in Sicilia per la salvaguardia delle tartarughe marine.

Qui le attività includono:

  • Pulizia e monitoraggio spiagge e individuazione di uova deposte dalle tartarughe marine
  • Monitoraggio delle uova
  • Trasporto di tartarughe ferite al ricovero di Lampedusa
  • Rilascio delle tartarughe
  •  Sensibilizzazione sulle tematiche riguardanti la salvaguardia dell’ambiente
  • Supporto nelle attività di manutenzione di sentieri e spiagge

Il Campo è autogestito dai partecipanti presso una struttura rurale nei pressi della Riserva Naturale Orientata di Torre Salsa.

Tra le associazioni è degna di nota anche la Filicudi WildLife Conservation, nelle Isole Eolie,  dedita a preservare cetacei e tartarughe marine della zona.

Italia centrale

Tra i vari parchi naturalistici segnaliamo il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, luogo in cui si può ammirare l’orso bruno marsicano. Tra i progetti promossi da questo parco segnaliamo “Sul fronte della Natura” in cui i volontari affiancano il personale del parco nelle attività svolte dai Servizi Scientifico e Tecnico del Parco e quello “Volontari per il territorio”  che organizza molte attività tra cui quella di conservazione degli habitat di prateria, importantissimi  per numerose specie vegetali ed animali.

Nord Italia

Segnaliamo il progetto del Parco nazionale del Gran Paradiso che organizza nei mesi di luglio e agosto campi per piccoli gruppi, con soggiorni che vanno dai tre ai dodici giorni.

Anche il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi dispone dei campi estivi nell’area protetta. Qui i volontari saranno impegnati in varie attività a seconda delle esigenze dell’Ente Parco.

La Terra ha bisogno di noi, ORA.

 

You may like