Insegne per bar, negozi e attività commerciali, come sceglierle

single-image

Per migliorare gli affari di un’attività commerciale vale la pena di prendere in considerazione il ruolo importante delle insegne. Grazie agli esperti de La Fabbrica Delle Insegne, a cui ci siamo rivolti per saperne di più, scopriamo come vanno scelte, progettate, create e installate le Insegne per bar, negozi, aziende e punti vendita.

Grazie per aver accettato di rispondere alle nostre curiosità. Iniziamo dai materiali: qual è il migliore per un’insegna?

Non si può dare una risposta universale, dal momento che ogni soluzione ha caratteristiche da valutare con attenzione: insomma, il legno, il tessuto, il metallo, il plexiglass, il ferro battuto e il vetro hanno tutti pro e contro differenti che vanno soppesati e considerati in base alle proprie esigenze. Il pregio di un’insegna in legno, per esempio, al di là della sua semplicità va individuato nella possibilità di personalizzazione che garantisce. Le insegne in legno, più di tutte le altre, possono essere studiate su misura e modificate lasciando libero sfogo alla creatività. Il loro punto debole, tuttavia, riguarda l’esposizione agli agenti atmosferici, che patiscono in misura abbastanza rilevante. Se si sceglie un’insegna in legno, insomma, si deve essere pronti a sostituirla con una certa frequenza.

Meglio le insegne in tessuto, allora?

Anche in questo caso ci sono pregi e difetti che richiedono una meticolosa analisi. Il punto di forza del tessuto è la sua convenienza economica; il rovescio della medaglia, però, è rappresentato dalla costante manutenzione che un’insegna di questo tipo presuppone. Come per il legno, dunque, è probabile che le insegne in tessuto debbano essere cambiate abbastanza spesso. In alternativa, si potrebbe optare per le insegne in metallo, che si fanno apprezzare per la loro capacità di durare a lungo nel tempo e di resistere senza particolari difficoltà ai fenomeni atmosferici. La versatilità è una delle loro prerogative più interessanti: a seconda del design che le caratterizza, infatti, possono avere un aspetto vintage o favorire uno stile moderno. Anche per le soluzioni metalliche, comunque, c’è un difetto da non trascurare: nelle ore serali, infatti, sono poco visibili.

Non rimane che parlare delle insegne in vetro.

Queste sono consigliate quando non si vuole spendere molto, ma come nel caso del metallo rischiano di risultare poco visibili dalla strada. Si potrebbe ipotizzare, inoltre, di sfruttare le finestre del punto vendita e scrivere direttamente sulla loro superficie il nome del negozio.

Quali altre proposte si possono trovare sul mercato?

Le insegne araldiche consentono di compiere un tuffo nel passato: il loro carattere vintage si adatta sia alle vie dei centri storici che ai contesti non comuni. Proprio per la loro particolare conformazione, basata sulla presenza di targhe o altri oggetti che fuoriescono dal muro, potrebbero non corrispondere alle esigenze e allo stile di molte aziende. Più versatili sono, allora, le insegne sulle tende da sole, che si dimostrano estremamente pratiche perché assicurano una zona d’ombra che risulta decisamente gradita in estate. Tuttavia, l’usura dovuta al trascorrere del tempo e all’azione degli eventi atmosferici può avere effetti deleteri: meglio metterlo in preventivo per non avere a che fare con brutte sorprese.

Per chi vuole spendere poco qual è il materiale consigliato?

Le insegne in polistirolo sono perfette da questo punto di vista, anche per la varietà di applicazioni a cui possono essere destinate. Si tratta di un materiale leggero e facile da trasportare. Inoltre, può essere lavorato con grande semplicità, il che vuol dire che si ha l’opportunità di dare vita anche a marchi elaborati o a loghi complessi. In alternativa, si può valutare l’ipotesi di scegliere un’insegna luminosa al neon, ideale per i locali notturni o per tutte quelle attività che hanno bisogno di visibilità anche di sera. Come noto, il led assicura costi più bassi rispetto al neon e dura di più. Inoltre, questa tecnologia offre un’ampia libertà di scelta in fase creativa sia per ciò che riguarda i colori e le luci, sia per quel che concerne le dimensioni e le forme.

You may like