Mondo Lavoro

Agricoltura: Quando e come utilizzare Microseed WR

Microseed WR è un concime microgranulare nel quale l’effetto starter che deriva dalla presenza di zinco, fosforo e azoro si coniuga con la disponibilità del polimero vegetale WR che garantisce la gestione della ritenzione idrica del suolo. Anche questo prodotto, al pari di Microlan ZN, è raccomandato in annate siccitose e in terreni sabbiosi per aziende che hanno problemi dal punto di vista dell’approvvigionamento idrico. Ma quali sono le caratteristiche di questo prodotto? Il suo funzionamento può essere paragonato a quello di una spugna, nel senso che l’acqua – dopo essere stata catturata nel terreno – viene rilasciata in modo graduale nel corso della degradazione del prodotto, che si svolge in maniera lenta e richiede tra i 4 e i 6 mesi di tempo: dipende tutto dalla quantità di sostanza organica che è presente nel suolo.

Il polimero WR

Il polimero vegetale WR è il vero punto di forza di questo concime microgranulare: è grazie ad esso, infatti, che intorno alle radici o al seme viene a formarsi una sorta di comfort zone. In questo modo, lo sviluppo della coltura viene agevolato anche in terreni leggeri o sabbiosi o in annate siccitose: insomma, in condizioni di stress idrico.

Quando si deve usare Microseed WR

Il ricorso a Microseed WR è raccomandato, come si è detto, durante annate siccitose e per la gestione di terreni sabbiosi. Si tratta di un prodotto che è consigliato a tutte le aziende che si ritrovano in difficoltà a livello di approvvigionamento idrico. Si tratta di un microgranulo compatto e sferico, ideato per garantire la massima scorrevolezza, con un diametro che va da un minimo di 0.3 a un massimo di 1 mm. Per la sua distribuzione si può fare riferimento a un microgranulatore o, in alternativa, alla stratificazione con la semente nella tramoggia, tenendo presente che c’è bisogno di 1 chilo di Microseed WR ogni 10 chili di semente. Così è possibile ottimizzare la logistica e, soprattutto, contenere gli sprechi, mentre l’efficienza fertilizzante risulta massimizzata.

La composizione

Microseed WR è un concime minerale composto con un polimero di origine vegetale che ha la capacità di incrementare la capacità di ritenzione idrica dei substrati di coltivazione o del terreno. Fornito in un sacco da 10 chili, contiene l’1% di zinco e il 10% di azoto ammoniacale. La composizione include, poi, il 42% di anidride fosforica solubile in acqua e il 46% di anidride fosforica solubile in citrato ammonico neutro e in acqua. La densità a 20 gradi è di 0.8 chili per litro.

Quali sono gli effetti di Microseed WR

Con l’uso in orticoltura di Microseed WR, che è un prodotto brevettato, si ha la possibilità di prelevare l’acqua dal terreno e garantire una sua gestione ottimale con il passare del tempo. La coltura, di conseguenza, ha modo di svilupparsi senza difficoltà anche in condizioni potenzialmente problematiche, come quelle che si possono riscontrare in un anno di forte siccità e caratterizzato dalla presenza di precipitazioni ridotte.

Quando conviene usare questo prodotto Chi ha a che fare con un terreno leggero o sabbioso dovrebbe prendere seriamente in considerazione l’opportunità di ricorrere a questo tipo di concime in microgranuli con azoto, zinco e fosforo a effetto starter. Si tratta di una soluzione che rende più semplice e più efficace la gestione delle colture in situazioni non ottimale, con effetti che si dispiegano per diversi mesi: un buon modo per tenere alla larga le preoccupazioni che possono essere causate dalle difficoltà legate a un approvvigionamento idrico non ideale, una situazione molto più comune di quel che si possa immaginare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *